lunedì 18 aprile 2011

C'è bisogno anche di chi sa stare in silenzio....

Quattro giorni per cercare di digerire.
La delusione brucia di meno.
Ma è sempre presente.
Cinque settimane passate a studiare,leggere,guardare film,interessarsi,costruirsi un opinione,cercare occasioni per esprimerla quell'opinione.
E nel momento fatidico diventare rossa come un peperone,per poi fissare le mie scarpe e balbettare qualcosa di assolutamente inutile,dimenticando anche l'esistenza nel vocabolario italiano della parola "collezione".
Non c'è nulla da fare io sono deficiente.
Che poi parlare davanti ad altri non mi riesce,dovrei smetterla di farmi prendere dall'entusiasmo perche proprio non ci sono portata.

2 commenti:

  1. Non sei deficente, sei emotiva. E' ben diverso. Te lo dice una che certe sensazioni le ha provate spesso. Un abbraccio!

    RispondiElimina

commenti distratti...